Colle per il restauro

Il collante principale per il restauro dei mobili antichi,

è la colla forte chiamata anche colla di ossa,colla in perle o colla animale. Le colle forti sono principalmente colle d''ossa alquanto impure perchè ricavate oltre che dalle ossa animali,anche da altri materiali quali i tessuti muscolari,i tendini,le cartilagini ecc.

Questa colla è indicata per tutti i lavori di falegnameria, una buona colla forte deve essere poco colorita, si estrae dalle ossa dei buoi ed altri animali di ossatura colla-fortegrossa, preventivamente frantumate e sgrassate mediante ebollizione sotto pressione in autoclavi.

Il liquido così ottenuto viene concentrato e versato in stampi,quando si sia rappreso viene tagliato in lastre che vengono fatte seccare e messe in commercio,oggi raramente si trova la colla forte in lastre,ma è generalmente in commercio sotto forma di perle più facilmente scioglibili.

Preparazione ed uso della colla forte

Per sciogliere la colla forte bisogna frantumarla in pezzetti se è a lastre se invece è in perle possiamo metterla così come si presenta, in un pentolino a bagnomaria, aggiungendo un pò di acqua calda, è necessario dimenarla con un pennello o un bastoncino mano a mano che si scioglie.

Quando avremo ottenuto una pasta non troppo liquida, ma neppure troppo densa possiamo procedere all'incollaggio, ricordandoci che per far si di poterla lavorare per un tempo abbastanza lungo il pentolino deve stare sempre a bagnomaria.

Colla di coniglio

colla-di-coniglioLa colla di coniglio è simile alla colla forte ma ha un potere meno adesivo,è ricavata da ritagli di pelli animali, o anche da vecchi guanti, il procedimento di fabbricazione è identico a quello della colla forte ma i ritagli di pelle devono essere prima accuratamente lavati ed immersi in un bagno di acqua e di calce viva.
Si ottiene una colla molto fine, questa colla è conosciuta fin dai tempi antichi.

E' utilizzata nel restauro aggiungendo gesso di Bologna per la gessatura e la stuccatura del legno prima della doratura o nei mobili per stuccature di facile carteggiabilità.

Per la preparazione della colla di coniglio si procede come per la colla forte.

Colla vinilica

La colla vinilica può anch'essa essere utilizzata per il restauro ma solo se si opera su mobili o manufatti post 1940, utilizzata su mobili antichi di valore storico infatti, è considerata un implemento a rendere il mobile falso o troppo riadattato ai tempi.

Scelta ed uso della colla vinilica

Esistono in commercio molteplici qualità di colle viniliche adatte alle più svariate esigenze,viene venduta in barattoli di varie dimensioni,solitamente è pronta all'uso, personalmente vi consiglio una colla lenta, con essiccaggio non inferiore alle 15/24 ore.

Uso:spalmare uniformemente la colla su entrambi i lati da incollare,lasciare in pressione per 24 ore.

©riproduzione riservata


Valid XHTML + RDFa